fbpx

Fisioterapia e Nutrizione

Spesso non ci rendiamo conto di quanto sia importante l’alimentazione per tutti i processi del corpo umano. Tendiamo a trascurarla, ma dovremmo ricordarci che “noi siamo quello che mangiamo”. Conoscere come funziona la nutrizione è importantissimo anche per un fisioterapista, perchè spesso un’alimentazione sbagliata può ritardare e ostacolare il recupero del paziente.

Fisioterapia e nutrizione: un binomio vincente

Fino a qualche decennio fa alimentarsi costituiva una necessità, non vi erano eccessi e il cibo era qualcosa di naturale e non trasformato. Al contrario, oggi assistiamo a processi di trasformazione del cibo eccessivi. Si mangia non per nutrirsi, dando al corpo ciò di cui necessita dal punto di vista energetico, ma più per soddisfare il proprio palato. Questo comporta un aumento di malattie cardiovascolari, autoimmuni ma anche tumorali legate al mangiare male. Per questo ho deciso di creare il Corso Fisioterapia e Nutrizione, che in realtà è un libro sulla nutrizione scritto da un ricercatore nutrizionista, il dott. Usman. Nel libro viene spiegato come apportare benefici ai tuoi pazienti grazie a determinate conoscenze sulla nutrizione.
Dietitian_Illustration_08

L’importanza della nutrizione per la salute

Tra i miei corsi per fisioterapisti ho deciso di realizzare questa guida sulla nutrizione che nel suo piccolo possiamo considerare un vero e proprio mini corso. Il ruolo chiave nello sviluppo di molte condizioni patologiche è svolto, quindi, dall’alimentazione. Essa riveste, inoltre, particolare importanza nel determinare il benessere generale della persona o il suo stato infiammatorio. Condizioni come infiammazione e stress ossidativo portano il paziente ad avvertire dolori cronici. Agire solo sul sintomo e non sulla causa porta a risultati passeggeri, ed è importante per il professionista potenziare la fisioterapia con la nutrizione diventando lui stesso, in primis, consapevole. È, quindi, importante che il fisioterapista in quanto esperto della riabilitazione conosca questi processi e li faccia propri per aiutare il proprio paziente a 360°. Le scelte alimentari di ciascuno influenzano fortemente lo stato di salute, il benessere e il recupero in caso di malattia.

Salute intestinale e benessere: il microbioma intestinale

L’intestino è a tutti gli effetti lo specchio della nostra salute. A livello intestinale, è possibile notare una fitta rete di batteri e altri microrganismi responsabili del nostro benessere. Si tratta del microbioma. Questo insieme di batteri, virus e miceti gioca un ruolo fondamentale nel mantenimento della nostra salute generale sia per quanto riguarda i processi digestivi, sia a livello immunitario e metabolico. Negli ultimi anni, moltissimi studi si sono concentrati sull’importanza del microbioma per il nostro benessere. Si è scoperto che agisca controllando ed educando il sistema immunitario, permettendoci di assorbire e metabolizzare le sostanze nutritive in modo corretto. Ci protegge, quindi, a tutti gli effetti dagli agenti patogeni. Risulta chiaro, quindi, come il benessere intestinale vada ad agire profondamente sulla qualità di vita dell’individuo e, da qui, la necessità di mantenere una buona salute intestinale. Fisioterapia e nutrizione devono, perciò,procedere sempre di pari passo. Un professionista serio, che opera in questo campo, non può prescindere dalla conoscenza dei principi basilari della nutrizione umana.

Potenziare la fisioterapia con la nutrizione

Mangiare bene e in maniera equilibrata è importante per prevenire processi infiammatori derivanti dallo stress ossidativo. Lo stress ossidativo può essere definito come la produzione eccessiva di radicali liberi, i quali danneggiano il sistema immunitario, cellule e tessuti.
Quando si parla di infiammazione ci si riferisce alla risposta del sistema immunitario di fronte a stimoli eccessivi di varia natura che portano ad una sofferenza cellulare. Nella prevenzione dello stress ossidativo ha un ruolo chiave una sana alimentazione; essa può mantenere l’equilibrio tra agenti ossidanti ed antiossidanti.

Come ridurre lo stress ossidativo

Ridurre lo stress ossidativo vuol dire rallentare l’invecchiamento e avere una migliore prospettiva di vita. La possibilità di andare incontro a malattie gravi di natura cardiovascolare o metaboliche diminuisce sensibilmente ed aumenta la qualità della vita. Alcuni nutrienti nello specifico possono aumentare la nostra resistenza allo stress ossidativo come le vitamine (Vitamina C, vitamina E e Carotenoidi) o composti antiossidanti di altra natura, definiti Nutraceutici.