fbpx

I dati suggeriscono che sono sempre di più gli italiani che si trasferiscono all’estero alla ricerca di nuove opportunità di lavoro oppure per la voglia di scoprire e di intraprendere un nuovo stile di vita. 

Tra questi, un numero di persone in costante crescita seleziona come meta un continente distante e completamente diverso dal nostro, eppure molto affascinate: l’Australia.

Il perché è presto detto: secondo recenti sondaggi di svariate testate giornalistiche internazionali, questo continente vanta il primato delle città più vivibili al mondo.

Sydney, Melbourne, Adelaide e molte altre città australiane godono di una meritata fama per quanto riguarda la sicurezza, i servizi al cittadino, le infrastrutture (moderne, efficienti e sempre più tecnologiche) e, ultimo ma di sicuro non per importanza, l’economia sempre più in crescita. 

Tuttavia, come spesso accade, anche in questo caso ad un aspirante immigrato in Australia si presenta il rovescio della medaglia: non è facile riuscire ad entrare ed ottenere un permesso di soggiorno per motivi di lavoro, specialmente per quanto riguarda l’esercizio di professioni mediche e sanitarie come il fisioterapista. Quest’ultima rappresenta di certo una figura sempre più necessaria e richiesta in luoghi in cui si praticano sport potenzialmente pericolosi, quale ad esempio il surf. 

Se sei interessato a trasferirti, in questo breve vademecum sono illustrati i requisiti, i passaggi e i corsi da frequentare per ottenere l’abilitazione e poter quindi lavorare come fisioterapista in Australia

SE SEI DEL SETTORE CLICCA QUI O SULLA COVER PER VEDERE I NOSTRI CORSI ONLINE

Come diventare fisioterapista in Australia

Per svolgere il lavoro di fisioterapista in Australia è necessario fare una precisazione: non tutti i titoli di laurea italiani sono considerati validi, come potrai approfondire nei paragrafi successivi, infatti non tutti i titoli di studio riconosciuti legalmente in Italia vengono considerati validi anche in Australia. 

Non scoraggiarti però, perché esiste la possibilità di renderli idonei e tra poco scoprirai in che modo.

Per esercitare la professione di fisioterapista o comunque esercitare una qualsiasi professione medica in Australia, è necessario essere iscritti all’Albo delle Professioni Sanitarie dello Stato, ovvero all’AHPRA (acronimo per indicare l’Australian Health Professional Regulation Agency). Attraverso l’apposito link www.ahpra.gov.au puoi consultare tutte le informazioni dell’agenzia, in modo da verificare in che modo essere in possesso di tutti i documenti necessari e quindi evitare di commettere errori che potrebbero rivelarsi un ostacolo alla tua carriera. 

Per poter essere iscritti all’Albo ci sono diverse possibilità. Se sei un fisioterapista italiano che ha già conseguito una laurea, è comunque necessario ottenere alcuni titoli quali il corso di laurea ed un certificato di lingua inglese. Vediamo nel dettaglio.

È necessario che il tuo titolo sia equivalente al Bachelor Australiano, che corrisponde ad una laurea quadriennale. 

Il paragone tra laurea italiana e australiana può avvenire in due diverse modalità:

  • Forma diretta
  • Forma indiretta

Per quanto riguarda la prima non c’è bisogno di soffermarsi più di tanto: l’aspirante fisioterapista australiano deve aver conseguito un corso di laurea della durata di quattro anni che però soddisfi tutti gli standard della formazione australiana.

Sulla seconda modalità, quella indiretta, invece, bisogna spender qualche parola in più, anche perché è importante avere tutte le carte in regola. 

Per richiedere la valutazione dei titoli e affinchè sia ritenuta idonea agli standard australiani, è necessario intraprendere lo Standard Assessment Pathway, vale a dire un processo suddiviso in diversi step ai quali accedi tramite iscrizione al seguente sito: www.physiocouncil.com.au.

La prima fase di questo iter, della durata di circa due settimane, consiste nella comparazione e nella valutazione dei titoli. 

Qualora si superi questa prima verifica, sarà necessario sostenere un esame scritto che, per semplificazione per un candidato italiano, può essere svolto anche a Londra, nel Regno Unito.

Da candidato potrai selezionare il periodo che preferisci per effettuare il test, scegliendo tra le sessioni di marzo, giugno, settembre e dicembre.

L’ultima fase per portare a termine la valutazione e quindi la successiva validazione dei titoli è un esame pratico che deve essere svolto in Australia.

Essendo questo il passaggio più importante, comprendendo oltre al test pratico anche tutti gli esami e le valutazioni cliniche necessarie, richiede una durata che può variare dai sei ai quattordici mesi. 

I costi che dovrai mettere in conto per ottenere l’idoneità del titolo di fisioterapista

Oltre a conoscere il percorso da seguire per lavorare come fisioterapista in Australia, occorre fare una precisazione, per evitare di incorrere in spiacevoli sorprese una volta presa la decisione di intraprendere questa strada. 

Il processo di equivalenza dei titoli ha un costo che può essere considerato abbastanza elitario o comunque non accessibile a tutti. 

Siamo quindi certi che potrà esserti utile conoscere nel dettaglio quali sono le spese necessarie da sostenere per poter portare a termine lo Standard Assessment Pathway:

  • Valutazione iniziale e comparazione dei titoli: 1.116,50 dollari australiani (che corrispondono a € 717,00), di cui 1.100 per la valutazione effettiva e 16,50 per le tasse, che in Australia vengono chiamate “fee”
  • Esame scritto: 1.928,50 dollari australiani (ca € 1.239,00), di cui 1.900 di esame e 28,50 di fee
  • Esame pratico e valutazioni cliniche: 4.187 dollari australiani (ca. € 2.688,00), di cui 4.125 per l’esame e le analisi e 62,00 di fee. 

Volendo fare un rapido calcolo, il costo totale per vedere riconosciuti i tuoi titoli di studio per ottenere il riconoscimento professionale corrisponde a circa 4650 euro.

Al termine del percorso, comunque, ti viene rilasciato il certificato di equivalenza dal Consiglio Australiano dei Fisioterapisti.

Scopri la procedura per ottenere il certificato di lingua inglese

Come accennato poco fa, è necessario anche aver conseguito un certificato di lingua inglese, e più nello specifico uno a scelta tra i seguenti riconosciuti dall’AHPRA:

  • IELTS (per conseguirlo è richiesto un punteggio minimo di 7 in ogni campo)
  • TOEFL iBT (per conseguirlo è richiesto un punteggio minimo di 94 in ogni campo)
  • OET (per conseguirlo è richiesto un punteggio minimo di B in ogni campo)
  • PTE Academic (per conseguirlo è richiesto un punteggio minimo di 65 in ogni campo).

Il punteggio totale necessario richiesto per il conseguimento del certificato può essere acquisito anche in due test separati che, tuttavia, devono essere svolti al massimo in un periodo di 6 mesi e sempre raggiungendo il punteggio minimo richiesto.

In alcuni casi vi è un’alternativa al certificato di lingua inglese: potrai evitare di conseguirlo se potrai dimostrare di aver vissuto per un periodo di almeno 6 anni consecutivi, oppure aver frequentato la scuola primaria e/o secondaria, in uno dei Paesi di lingua nazionale anglofona riconosciuti.

Qualora ti trovassi nella situazione di aver deciso di intraprendere la scelta di trasferirti in Australia per per svolgere la professione di fisioterapista ma non hai ancora portato a termine il tuo percorso di laurea, potrai ricorrere a uno specifico percorso.

La prima strada, considerata la più ufficiale, è quella di conseguire il Bachelor in Physiotherapy, vale a dire la laurea in fisioterapia, presso un’Università riconosciuta dall’AHPRA. I prezzi possono variare a seconda dell’ateneo scelto, ma in media si aggirano comunque intorno ai 25 – 35 mila dollari all’anno.

Avrai tuttavia la possibilità (a discrezione dell’Università) di scalare dal percorso di studi un paio d’anni, se già completati in Italia. Tale pratica viene definita “Recognition of Prior Learning” (riconoscimento degli studi pregressi). 

La seconda possibilità, che è sicuramente la più costosa, è quella di frequentare un Master of Physiotherapy, che sia riconosciuto dall’AHPRA.

Tale corso ha una durata di 2 anni e richiede un impegno full time. I costi possono variare tra i 30 e i 50 mila dollari per anno. 

Altra valida alternativa è quella di effettuare il processo di riconoscimento dei titoli in Nuova Zelanda. Qui il costo dell’iter è di circa 1.735 dollari australiani (corrispondenti a circa 1.110 euro).  In questo caso è richiesto uno specifico certificato di lingua inglese, ovvero l’IELTS Academic. 

Si tratta di una soluzione più conveniente in termini economici, ma il riconoscimento dei titoli italiani è molto raro, per non dire quasi impossibile. 

Un’ultima opzione è quella di frequentare in un Paese della Comunità Europea un Master biennale o un Bachelor quadriennale che sia stato in precedenza riconosciuto dal Consiglio australiano. Potrai consultare i diversi titoli di studio che hanno ottenuto più equivalenze negli anni, collegandoti al seguente link: www.physiocouncil.com.au.

Lo stipendio di un fisioterapista in Australia

Fino ad ora ti abbiamo prospettato le spese che dovrai sostenere per ottenere l’abilitazione, ma quanto guadagna un fisioterapista in Australia

Come affermato all’inizio di questo articolo, quello del fisioterapista in Australia è un lavoro estremamente richiesto, sempre più in via di sviluppo e con molte prospettive di crescita professionale. 

Riuscire ad ottenere l’abilitazione per lo svolgimento di questo lavoro, come già visto, richiede un impegno economico importante e questa è una verità inconfutabile.

Tuttavia, a fronte dell’importante investimento, vi sono prospettive di guadagno molto alte. Secondo le ultime stime relative alla retribuzione di un fisioterapista in Australia, risulta che lo stipendio medio annuale per un lavoratore full time si aggiri intorno ai 71.000 dollari australiani (circa 6.000 al mese), che corrispondono a circa 45.500 euro all’anno netti. 

Considera infine che se sei ancora nel dubbio e non hai ancora intrapreso una decisione definitiva circa questo importante passo di vita, l’AHPRA ti offre la possibilità di svolgere (anche senza il processo di riconoscimento di equivalenza dei titoli) un periodo che in Italia verrebbe definito come “tirocinio”, in qualità di Physiotherapist Assistant, regolarmente retribuito. 

SE SEI DEL SETTORE CLICCA QUI O SULLA COVER PER VEDERE I NOSTRI CORSI ONLINE
Share This

Grazie!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social