fbpx

Stai pianificando un radicale cambiamento di vita e ipotizzando di trasferirti in Belgio? Le ragioni di un trasferimento possono essere diverse, da quelle sentimentali a quelle familiari o anche motivate da una voglia irrefrenabile di fare una nuova esperienza di vita, accrescendo il bagaglio delle tue esperienze.

Questa piccola guida è dedicata a chi vuole trasferirsi in Belgio e lavorare in nel Paese come fisioterapista. Se possiedi entrambi i requisiti, allora quello che segue è per te. Abbiamo raccolto le informazioni più importanti e le notizie pratiche, per metterti al corrente del percorso da compiere per l’accreditamento del tuo titolo di fisioterapista in Belgio o per ottenere l’idoneità allo svolgimento della tua professione, nel momento in cui decidi di andare a vivere in Belgio.

Pensi di essere ancora molto indeciso sull’idea di partire o meno? È del tutto normale ma dopo aver letto fino in fondo avrai le idee più chiare e potrai essere più deciso e consapevole riguardo alle opportunità che ti si possono prospettare, di fronte alla possibilità di lavorare come fisioterapista in Belgio.

Pronto per annotare tutte le informazioni di base? Il Belgio ti aspetta!

SE SEI DEL SETTORE CLICCA QUI O SULLA COVER PER VEDERE I NOSTRI CORSI ONLINE

Cosa fare per lavorare come fisioterapista in Belgio: i primi passi da compiere

Nonostante la sua superficie relativamente piccola, il Belgio è un crocevia dalle diverse realtà culturali, in cui l’economia viaggia a ritmi incalzanti e le opportunità di lavoro e integrazione sono molteplici e facili da cogliere.

Se visto da fuori il Belgio potrebbe dare l’idea di una nazione dal costo elevato della vita (ed in effetti non è un’idea sbagliata), c’è da dire che gli stipendi sono rapportati, pertanto permettono di vivere più che dignitosamente anche a chi vi si è stanziato da poco.

Come in altri casi europei (la Svizzera per esempio), anche in Belgio, nonostante le ridotte dimensioni, si parlano ben tre lingue diverse:

  • Tedesco
  • Francese
  • Olandese – fiammingo

Il Belgio è suddiviso in tre regioni principali, vale a dire Fiandre, Bruxelles e Vallonia. Questo implica la prima informazione da sapere, se intendi trasferirti in questo Stato. Infatti in base alla regione in cui decidi di stabilirti, dovrai aggiornarti sulle relative condizioni che regolamentano la tua professione e, di conseguenza, sui requisiti che ti permettono di convalidare il tuo titolo e la tua formazione, per ottenere l’idoneità e lavorare come fisioterapista.

Necessario dunque relazionarti con gli organi di competenza, nonostante il Belgio sia un Paese membro dell’Unione Europea.

Sei un fisioterapista? Ecco la strada da percorrere perché il tuo titolo sia riconosciuto anche in Belgio

Fatte le dovute premesse, ti indichiamo adesso la procedura per riuscire a ottenere l’idoneità del tuo titolo di professionista in Belgio, o almeno per provarci!

La professione di fisioterapista è regolamentata in maniera molto specifica in Belgio, e perché il tuo titolo venga riconosciuto, occorre che vi siano i seguenti presupposti:

  • Presentazione del tuo programma di studi
  • Presentazione del tuo percorso, in termini di esami, stage e corsi seguiti
  • Riconoscimento del tuo titolo, da parte dell’ente che lo ha emesso

Sulla base dei suddetti criteri, verrà valutata l’equivalenza del tuo titolo con i requisiti richiesti in Belgio.

Per ogni regione dovrai comunque fare riferimento all’ente di competenza, attraverso il quale avviare la procedura per ottenere il riconoscimento del tuo titolo.

Regione della Vallonia e di Bruxelles: a chi fare riferimento

Se pensi di mettere radici in Vallonia o nella regione di Bruxelles, l’organismo a cui rapportarti è il Ministère de la Fédération Wallonie et Bruxelles. 

Puoi entrare in contatto con questo organismo attraverso il sito ufficiale – http://www.federation-wallonie-bruxelles.be/ – su cui trovi le indicazioni per i primi passi da compiere.

Nello specifico, trovi tutti i contatti a cui rivolgerti e attraverso i quali avviare le procedure di convalida del tuo titolo.

Regione delle Fiandre: a chi fare riferimento

Se la tua scelta ricade invece sulla regione delle Fiandre, in questo caso la competenza è affidata esclusivamente all’Agentshap Zorg & Gezondheid. Puoi accedere alle informazioni necessarie tramite il sito https://www.zorg-en-gezondheid.be/ .

Potrai trovare informazioni e procedure per la documentazione da presentare, anche se non sono chiaramente indicati i parametri di riferimento per soddisfare i necessari requisiti relativi alla tua formazione.

In linea generale possiamo indicarti che ti sarà richiesto di fornire i seguenti documenti:

  • I tuoi titoli accademici
  • Una lettera di presentazione
  • Certificazioni varie
  • Ecc…

Occorre ovviamente presentare la documentazione tradotta in maniera ufficiale da un traduttore accreditato e che risponda in prima persona della fedeltà della traduzione stessa (cosiddetta traduzione giurata).

Come va inoltrata la domanda e cosa aspettarti successivamente

Una volta raccolta la documentazione richiesta, arriva il momento di inoltrarla agli enti preposti. Dal momento della ricezione potrebbero essere necessari circa 3 mesi prima di ottenere una valutazione ufficiale. 

In base a quest’ultima, è possibile che:

  • Il materiale inoltrato risulti valido e ti permetta di ottenere immediatamente l’idoneità e dunque puoi esercitare la tua professione fin da subito e lavorare come fisioterapista in Belgio.
  • La documentazione ricevuta possa risultare valida ma non soddisfacente i criteri richiesti e pertanto dovrai effettuare un periodo di tirocinio che non sarà retribuito e la cui durata può variare fino a un periodo massimo di 9 mesi. In alternativa potrebbe darsi anche che ti venga richiesto di sostenere un esame che integri la parte formativa mancante, secondo i canoni del governo belga.
  • La documentazione inviata attestante la tua formazione possa non essere ritenuta valida o sufficiente per esercitare la professione di fisioterapista in Belgio. In questo caso la tua domanda verrebbe respinta e il tuo titolo non riconosciuto.

La seconda ipotesi prospettata è, a dirla tutta, la più frequente, tanto è vero che moltissimi tuoi colleghi connazionali si ritrovano a fare il tirocinio non retribuito, prima di poter essere ammessi come professionisti riconosciuti dal governo belga. 

In ogni caso non dovrai scoraggiarti e mettere in conto che almeno nel corso del periodo in cui svolgi il tirocinio, ti toccherà mantenerti con un altro lavoro, se non disponi di risorse finanziarie sufficienti, per far fronte ai costi a cui inevitabilmente si va in contro quando ci si trasferisce all’estero.

Una volta riuscito nell’impresa di vedere convalidata la tua formazione e il tuo titolo di fisioterapista, il Belgio potrà offrirti grandi opportunità.

Scopri quanto guadagna un fisioterapista in Belgio

La decisione di trasferirsi all’estero continuando la tua professione di fisioterapista è sicuramente delicata e deve tenere conto di tutti gli aspetti.

Sull’ipotetico piatto della bilancia dovrai infatti valutare il costo della vita, lo standard qualitativo che ti aspetta rispetto alla quotidianità, la differenza culturale, a cominciare della lingua, la ricerca di un alloggio, ecc.

Tra le tante considerazioni da fare nel mettere in progetto un trasferimento in Belgio, ovviamente non può passare in secondo piano l’aspetto economico.

Ti sarà di grande aiuto sapere a quale retribuzione puoi ambire, con quale stipendio iniziare e quali obbiettivi possono essere realisticamente raggiunti.

Perché tu possa avere una idea di massima, abbiamo raccolto alcuni dati di riferimento relativi allo stipendio medio di un professionista che intenda lavorare come fisioterapista in Belgio ed ecco cosa c’è da sapere al riguardo.

In media un fisioterapista che avvia la sua carriera in Belgio può contare su uno stipendio di partenza che si attesta intorno ai 2.400 euro al mese.

Se invece hai già una certa esperienza ed una carriera avviata in Belgio come fisioterapista, non sarà difficile raggiungere una retribuzione che si aggira intorno ai 5.000 euro al mese.

Infine se decidi ad esempio di aprire un tuo studio professionale, puoi arrivare a considerare una retribuzione intorno agli 8.000 euro al mese.

Ovviamente le prospettive di inserimento professionale possono essere diverse. Puoi infatti lavorare all’interno di strutture ospedaliere pubbliche oppure essere inserito in centri medici privati. 

Esperienza e tempo ti potranno permettere anche di aprire un’attività tutta tua e ambire a diventare un professionista affermato dalla carriera brillante.

Per il resto il Belgio ti potrà offrire tante opportunità per integrarti dal punto di vista non solo professionale ma anche sociale. 

L’offerta è davvero molto ampia, le possibilità di attività, iniziative e altro sono talmente varie che avrai solo l’imbarazzo della scelta. La qualità di vita in Belgio si attesta su uno standard molto elevato e questo può essere un punto a favore, se sei ancora indeciso sul trasferirti per lavorare come fisioterapista in Belgio.

Aggiungi una ottima tradizione culinaria, un contesto paesaggistico di indubbia bellezza e i servizi al cittadino perfettamente funzionanti e a misura d’uomo.

Il tasso di disoccupazione in Belgio è bassissimo e questo favorisce un livello medio di soddisfazione del cittadino veramente alto.

Lo stress è ai livelli minimi e le opportunità per vivere bene sono tantissime. Ci stai ancora pensando? Spirito di adattamento, voglia di farcela e le tue competenze saranno gli strumenti migliori per affrontare il cambiamento senza traumi.

SE SEI DEL SETTORE CLICCA QUI O SULLA COVER PER VEDERE I NOSTRI CORSI ONLINE
Share This

Grazie!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social