fbpx

Qualunque operatore di qualsiasi branca dei massaggi o della fisioterapia ha bene in mente che il piede rappresenta una sorta di punto di convergenza di tutte le aree del corpo umano.

Non è un caso infatti che al piede siano dedicati da sempre studi approfonditi e rivolte attenzioni specifiche, dal momento che racchiude una serie di terminazioni che permettono di raggiungere di riflesso anche i punti più distanti da esso del nostro organismo.

Il contenuto di questo articolo è perciò dedicato ai punti del piede e alle loro potenzialità, nella cura del paziente sotto molti differenti aspetti.

Faremo una panoramica generale della sua ideale suddivisione in zone e ai relativi abbinamenti con il resto del corpo. Affronteremo nel dettaglio le modalità con cui intervenire per riparare piccole e grandi disfunzioni di organi e articolazioni o muscoli. Ti metteremo in condizione di avere molte più nozioni in merito a questa importante zona del corpo umano, in modo da accrescere le tue competenze e aiutarti in un percorso di specializzazione nell’ambito della tua carriera di operatore.

Buona lettura, dunque, alla scoperta delle innumerevoli caratteristiche concentrate nel piede e alle relative possibilità di intervento in qualità di operatore nel settore a cui hai scelto di dedicarti con entusiasmo e passione.

SE SEI DEL SETTORE CLICCA QUI O SULLA COVER PER VEDERE I NOSTRI CORSI

I punti del piede che corrispondono agli organi: pensi di conoscerli tutti?

Come già anticipato, il piede è un vero e proprio centro di smistamento in cui affluiscono i collegamenti con ogni zona del nostro corpo.

Su questo principio si basa la riflessologia e in particolare sul fatto che alle zone ossee del piede corrispondano le ossa del corpo mentre i punti del piede che corrispondono agli organi e muscoli, sono quelli morbidi o molli. Si parla in tal senso del principio della similitudine.

In realtà la riflessologia comprende ampie branche che spaziano dalla fisiologia alla genetica, passando per l’anatomia e arrivando fino alla medicina cinese, come vedrai più avanti.

Da secoli infatti, il piede è oggetto di attenzioni e studi, volti a conoscere i dettagli di tali connessioni e oggi è sicuramente possibile avere un quadro molto chiaro degli abbinamenti che ogni organo del nostro corpo ha con una regione precisa e specifica del piede.

Ecco nel dettaglio i diversi appaiamenti dei punti del piede nella riflessologia plantare:

  • Sulle prime quattro dita di entrambi i piedi vi sono corrispondenze con la testa e i seni frontali
  • Appena al di sotto si trovano le corrispondenze con Occhi, orecchie e spalla
  • Nella parte centrale della pianta del piede sono concentrati gli organi quali i polmoni, la tiroide, il cuore, il duodeno, il pancreas, i reni, il colon, la vescica, il fegato, la cistifellea
  • Nella parte posteriore, verso il tallone, si trovano le corrispondenze con il ginocchio, le ovaie, i testicoli, il nervo sciatico, il colon ascendente, l’appendice, l’ileo, il colon discendente, l’intestino retto
  • Infine la lunghezza del piede, dall’alluce verso il tallone, corrisponde alla colonna vertebrale

Di seguito troverai dettagli ulteriori, in particolare relativi ai problemi e dolori più diffusi nei pazienti che richiedono un massaggio o comunque la manipolazione del piede.

Millenni di storia: i punti del piede nella medicina cinese

La medicina cinese, che attribuisce da sempre molta importanza al piede, basa la sua filosofia sulla teoria degli opposti. Già nel primo libro di cui si abbia conoscenza, “Canone di Medicina interna dell’Imperatore Giallo”, si parla di Yin e Yang, ovvero la dualità di due aspetti complementari e opposti alla base di cui si fonda la vita stessa e il suo equilibrio.

Lo Yin corrisponde all’energia espansiva e comprende tutto quello che è forza centrifuga, alto, umido e femminile, mentre lo Yang corrisponde alla forza centripeta, alle cose piccole, rigide e maschili.  Intorno a queste due energie gravita l’intero universo e insieme danno corpo all’energia vitale. Secondo la medicina cinese, anima e corpo sono da considerarsi tutt’uno.

In particolare se prendiamo i punti del piede nella medicina cinese, potrai considerare che:

  • Gli organi come la milza, il pancreas, i reni e lo stomaco, godono di ottima salute se il piede è di dimensioni maggiori in proporzione al corpo. Inoltre chi ha piedi più grandi, è più incline a sviluppare senso estetico e intellettuale.
  • Una zona dorsale del piede particolarmente sviluppata, indica invece una maggiore propensione alla fisicità
  • Un arco del piede particolarmente sviluppato, sarà indice di muscoli contratti e una maggiore predisposizione ad attività sportive o atletiche o afferenti alla danza. Al contrario se l’arco del piede è più basso, molto probabilmente si ha una predisposizione all’arte, dalla musica alla scrittura
  • Articolazioni del piede poco flessibili, sono indice di un irrigidimento di giunture, arterie e muscoli, a causa dell’elevato consumo di cibi grassi e ricchi di colesterolo.
  • L’indurimento della zona del fegato, invece, induce alla tendenza a protrusioni del metatarso, che si riflettono anche in un atteggiamento incline ai pregiudizi, alla gelosia e alla rigidità mentale
  • Piedi con tendenza a rivolgersi all’interno o all’esterno, sono invece indice di problemi alla colonna vertebrale
  • Anche il colore dei piedi assume significati specifici o disordini in corso: tendenti al rosso, indicano capillari espansi, battito accelerato e sistema circolatorio iperattivo; tendenti al violetto indicano disordini a carico del sistema riproduttivo, escretore e circolatorio. Se sono tendenti al giallo sono spia che qualcosa non sta funzionando a livello del fegato; tendenti allo scuro potrebbero essere un segnale di disordini a carico dei reni; tendenti al verde indicano anomalie alla milza e alla circolazione del sangue, mentre tendenti al bianco sono indice che qualcosa non va come dovrebbe con i capillari e il cuore.

In base a questi indicatori, puoi stabilire come e dove intervenire per cercare di ripristinare la corretta armonia dell’organismo.

Conosci i punti del piede per il mal di schiena e scopri come intervenire

Tra le più frequenti cause per cui un paziente richiede l’intervento di un professionista come te, c’è sicuramente il mal di schiena. Si stima che una fascia di popolazione sia in costante crescita, se si considerano coloro per i quali i dolori alla schiena sono sempre più frequenti e limitanti.

Le ragioni? Svariate: dalle posture scorrette all’eccesso di peso, dalla mancanza di attività fisica al mantenimento della stessa posizione per un tempo troppo prolungato (ad esempio seduti alla scrivania).

Puoi essere molto d’aiuto come operatore del settore, specialmente se conosci come intervenire sui punti del piede per il mal di schiena attraverso la riflessologia plantare.

Con massaggi energici puoi agire indirettamente sulla schiena, soprattutto se la manipolazione agisce sul bordo interno del piede, partendo dall’alluce e raggiungendo l’estremità opposta verso il tallone.

I punti del piede da massaggiare sono quindi quelli che permettono di giungere indirettamente alle vertebre cervicali, percorrendo la colonna, fino a raggiungere le vertebre lombari e sacrali.

Pazienti con frequenti problemi di intestino: prova con i piedi!

Un paziente che si rivolga alla tua consulenza perché ha problemi e disfunzioni all’intestino, può essere aiutato con un massaggio di riflessologia. In cosa consiste?

Innanzitutto all’intestino competono funzioni importanti relative alla digestione, assorbendo i nutrienti necessari al nostro organismo. Intestino tenue e crasso rivestono un ruolo fondamentale nel processo di assimilazione del cibo e per questo devono poter funzionare correttamente.

Quando qualcosa non funziona, il piede manda segnali chiari ed inequivocabili, soprattutto nelle regioni muscolari. È proprio in queste regioni e sui punti del piede per l’intestino che puoi intervenire a ripristinare l’equilibrio del paziente, attraverso massaggi basati su frizioni e pressioni eseguite con i polpastrelli delle mani e che puntano a risolvere problemi come: disordini del processo digestivo, ma anche ragadi e emorroidi, stipsi, dissenteria e altri problemi legati principalmente al metabolismo.

I punti del piede per rilassarsi e non solo per le disfunzioni degli organi

Il massaggio dei piedi e la manipolazione in generale in questa parte del corpo non ha solo una funzione terapeutica nel ripristino delle corrette funzionalità degli organi. Ha, di fatto, anche un grande potenziale riguardo allo stato psico-fisico del paziente.

Conoscendo i punti del piede per rilassarsi, infatti, puoi manipolare pianta e dorso e sortire grandi effetti benefici per i tuoi pazienti.

Con movimenti circolari, continui e lenti, pressioni di varia intensità e frizioni si possono raggiungere grandi risultati in termini di relax del paziente e diminuzione dei sintomi dello stress quali, in primis, la tensione e l’irrigidimento.

La riflessologia plantare espressa in tutte le sue molteplici sfaccettature può fare molto se la conosci in modo approfondito e la eserciti seguendo schemi precisi, che nel tempo professionisti e terapisti hanno elaborato, messo a punto e perfezionato.

Allo stesso tempo, tuttavia, l’aspetto “schematico” della manipolazione necessita di una specifica sensibilità da parte di operatori che, come te, devono poter entrare in sinergia con il paziente. In particolare perché entrano in gioco dinamiche che spaziano dall’ambito fisiologico a quello prevalentemente emozionale.

Una serie di forze che dovrai investire non solo a livello pratico e strettamente manuale, ma anche mentale e sensitivo, in modo da predisporre il paziente a ricevere una complementarità di energie che si incontrano e provengono da fonti differenti.

Attenzione, sensibilità, delicatezza e forza, competenza e conoscenza: tutto entra in relazione se aspiri a operare da professionista affidabile ed efficace.

SE SEI DEL SETTORE CLICCA QUI O SULLA COVER PER VEDERE I NOSTRI CORSI
Share This

Grazie!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social