fbpx

Il fisioterapista è una professione molto impegnativa che prevede non solo un percorso professionalizzante specifico ma anche un controllo costante da parte dello Stato che possa tutelare la salute dei cittadini nonché analizzare i comportamenti, le conoscenze e le competenze dei professionisti.

Per tutelare sia il proprio profilo professionale che la buona salute dei propri clienti, la maggior parte dei professionisti si affidano alla sottoscrizione di una assicurazione. Ma quale si mostra più adatta per la professione?

 

Sei un fisioterapista? Clicca qui per dare un’occhiata ai video dimostrativi dei miei corsi online

 

 

Assicurazione Fisioterapisti: il profilo professionale

Il professionista in Fisioterapia, per intraprendere questa professione, secondo il decreto ministeriale del 27 Luglio 2000, è necessario che percorra un iter formativo che prevede il conseguimento della Laurea triennale e/o magistrale , appunto, in Fisioterapia.

Dal punto di vista lavorativo, il profilo del fisioterapista o terapista della riabilitazione si contraddistingue non solo per la sua professionalità nel campo sanitario ma anche per le attività svolte giornalmente sia affiancando altri mestieri sanitari che in maniera autonoma.

Generalmente, gli obiettivi che si propone il fisioterapista nel momento in cui si accinge a svolgere un trattamento di fisioterapia sono:
La riduzione e/o l’annullamento del dolore e altri sintomi legati a segni di sofferenza. Generalmente, è un trattamento effettuato in maniera tale da anticipare il più possibile la guarigione;
La normalizzazione delle strutture neuro-muscolo-scheletriche disfunzionali e sintomatiche, ovvero limitazioni nella mobilità articolare, il recupero della circolazione sanguigna e/o linfatica nonché il ripristino di adeguate sinergie motorie e funzionali;
La riabilitazione funzionale. Tutti i risultati che si pongono i fisioterapisti sono da contestualizzare nella funzionalità quotidiana attraverso il recupero della normale vita quotidiana. Allo stesso tempo, il problema iniziale è ricondotto alla giusta dimensione non solo considerando il paziente ma valutandolo anche nelle chiare ed ampie caratteristiche da un punto di vista clinico per mantenere un valido orientamento.

Inoltre, concretamente, il fisioterapista si occupa di :

• Elaborare definizioni del programma di riabilitazione volto all’ individuazione e al superamento del bisogno di salute del disabile;
• Praticare autonomamente attività terapeutica per rieducare in maniera funzionale le disabilità motorie, psicomotorie e cognitive attraverso terapie fisiche, manuali e massoterapiche;
• Proporre l’adozione, se necessarie, di protesi e ausili, “addestrando” il paziente e verificandone l’efficacia;
• Controllare la congruità tra le rispondenze della metodologia riabilitativa e gli obiettivi posti nel recupero funzionale.
• Valutare e trattare le disfunzioni presenti nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori e viscerali conseguenti ad eventi patologici, a varia eziologia, congenita o acquisita.

Assicurazione Fisioterapisti: le associazioni di settore

A differenza di altre professioni, il mestiere di fisioterapista non è contenuto in un ordine professionale che possa tutelare sia i professionisti che i pazienti ma esistono alcune associazioni nazionali che possano garantire la professionalità dei fisioterapisti come:
SIF (Società Italiana di Fisioterapia;
AIFI (Associazione Italiana Fisioterapisti);
FIF (Federazione Italiana di Fisioterapisti).

AIFI, l’Associazione Italiana Fisioterapisti, si occupa di rappresentare la categoria dei Fisioterapisti, sviluppando la conoscenza di questi professionisti e oggi il marketing sta aiutando in questo.
L’associazione si pone lo scopo di riconoscere i professionisti abilitati nel settore, riconoscendo la professionalità della persona all’ interno degli albi e degli ordini professionali, considerate le uniche possibilità normative che generalmente assicurano quello che è attualmente un vero e proprio vuoto di responsabilità Statale.
Inoltre:
• Definisce i principi etici e deontologici che lega i professionisti in questo ambito, garantendo e vigilando;
• Mantiene e promuove standard e linee guida per poter esercitare per il miglioramento continuo dello stato di salute e benessere della collettività.

assicurazione fisioterapisti

Assicurazione Fisioterapisti: le assicurazioni per tutelarsi e tutelare

Proprio per la grande responsabilità che comporta questa professione, è necessario che chi svolge questa attività che prevede il coordinamento e l’indirizzo del recupero fisico sia a media che lunga durata debba essere tutelata da un’assicurazione in maniera tale da coprire i danni causati dall’assicurato durante l’esecuzione delle proprie attività.

Dapprima solo una scelta facoltativa, a partire da Agosto 2014 la figura professionale del fisioterapista deve essere coperta dalla stipula di una polizza RC professionale che possa essere d’ausilio per eventuali richieste di risarcimento a causa di danni realizzati in conseguenza di errori.

Assicurazione Fisioterapisti: i requisiti

Non tutte le persone che svolgono attività di fisioterapista possono stipulare una polizza di responsabilità civile.
È necessario, infatti, che abbiano alcuni requisiti che possano valorizzare le proprie capacità e la propria professionalità attraverso lo svolgimento di attività sia in qualità di liberi professionisti che in qualità di dipendenti o collaboratori di strutture che possano prestare servizi sanitari sia pubblici che privati.

Assicurazione fisioterapisti: cosa prevede la polizza

La polizza rappresenta uno strumento utile ed efficace per tutelare sia il professionista che il cliente da eventuali errori o mancanze nell’ ambito di attività svolte nei limiti delle leggi, in relazione alla proprietà e gestione delle strutture dello studio professionale privato dell’ assicurato o da una mancanza personale o dalla responsabilità civile verso terzi.
Diverse, infatti, potrebbero essere le motivazioni- causa di richiesta di un risarcimento previste da un contratto stipulato dal professionista con la compagnia assicurativa:
• I risultati risultati inutili o dannosi dopo una sessione di cura;
• Il mancato recupero delle funzionalità motorie nonostante l’intervento del professionista;
• La negligenza del professionista che può danneggiare o far degenerare alcune situazioni che invece potrebbero essere curate in diverso modo e , soprattutto, ottenere risultati migliori.
Inoltre, l’assicurazione prevede anche la responsabilità civile verso terzi, ovvero la copertura per i danni per intraprendere diverse tipologia di rivalsa contro l’assicurato, colpevolizzandolo per eventuali danni o errori derivanti da:
negligenza, ovvero azioni o svolgimenti di un’attività svolta senza osservare le regole o le modalità previste;
colpa grave, ovvero la colpa generata da azioni e/o comportamenti che non rispettano la normalità nel campo della prudenza, perizia e diligenza propria di tutti gli uomini come morte e lesioni personali, la distruzione o deterioramento di cose in conseguenza ad un fatto accidentale.

Hai mai pensato di migliorare le tue conoscenze di medico o fisioterapista?

Attraverso i miei corsi potrai usufruire di un corso professionale e specializzato nonché imparare e approfondire una delle manipolazioni più efficaci per il paziente, la manipolazione vertebrale!

Abbiamo creato solo per te, dei video-tutorial che step-by-step potranno aiutarti a scoprire come applicare queste tecniche in maniera tale da essere operativo/a sin da SUBITO.

Clicca qui per saperne di più!

Sei un fisioterapista? Clicca qui per dare un’occhiata ai video dimostrativi dei miei corsi online
Share This

Grazie!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social