fbpx

Le manipolazioni chiropratiche nascono dallo sviluppo e dai benefici apportati dalla chiroterapia, una delle branche della medicina olistica che ha diretta origine dalla chiropratica.

La chiropratica è, infatti, un insieme di tecniche manipolative realizzate con le mani (dal greco, appunto, cheir e pratikos indicano il trattamento con le mani) ed è utilizzata per eliminare le cause della sintomatologia dolorosa avvertite generalmente a carico del bacino e della colonna vertebrale.

Queste tecniche di terapia manuale, inoltre, sono utilizzate per correggere le articolazioni, le ossa e i muscoli, puntando a stabilirne il giusto funzionamento.

 

Sei un fisioterapista? Clicca qui per dare un’occhiata ai video dimostrativi dei miei corsi online

 

 

Manipolazioni chiropratiche e le origini

La chiropratica esiste in pratica dalla nascita dell’uomo. Le prime testimonianze scritte sulle manipolazioni risalgono alle opere di Ippocrate e Galeno ma l’utilizzo reale di queste manovre si pensa abbiano origine più antica risalente alla cultura indiana ed egizia.

Solo alla fine dell’Ottocento, grazie a David Daniel Palmer, questa tipologia di manipolazione  riuscì ad ottenere una reale valenza scientifica.

Nel 1895, il terapeuta americano,infatti, riuscì a restituire l’udito a un uomo diventato sordo in seguito a un trauma alla spina dorsale.

Si parlò di guarigione miracolosa ma, dopo studi approfonditi, si scoprì che le manipolazioni chiropratiche che aveva realizzato si fondavano, in realtà, sul principio secondo cui  la struttura della colonna vertebrale avesse un legame strettissimo con lo stato generale di salute del paziente.

David Daniel Palmer, inoltre, si distinse dagli altri suoi colleghi per la redazione di una teoria originale fondata sulla sublussazione vertebrale: egli era certo, infatti, che le disfunzioni e le malattie degli organi derivassero da impulsi errati provenienti dal midollo spinale.

Manipolazioni chiropratiche e gli obiettivi

L’obiettivo principale di queste manipolazioni sono la correzione e la riduzione di problematiche dolorose per:

  • Prevenire patologie del tessuto osseo vertebrale che potrebbero avvenire a seguito di forti stress osteoarticolari;
  • Aumentare l’elasticità delle articolazioni persa per varie cause come le posture scorrette, i traumi e i microtraumi.

Inoltre, un trattamento chiroterapico ha effetti sorprendenti sulle articolazioni e sull’apparato interno poiché la terminazione di molti nervi si trova nelle capsule articolari, le quali hanno il compito di inoltrare ai centri nervosi e al cervello cambiamenti di tensione o posizione dell’articolazione.

Proprio dalle modifiche del tessuto cutaneo, è possibile accertare se l’articolazione interessata sarà ritornata in posizione normale o no.

Manipolazioni chiropratiche e gli strumenti di valutazione

Le manipolazioni chiropratiche, fanno parte della terapia manuale e sono trattamenti realizzati da professionisti nell’ambito medico e fisioterapico.

Proprio per l’estrema efficacia di queste tecniche è necessario, prima di sottoporre il paziente ad adeguati trattamenti, ad alcuni esami.

L’obiettivo è identificare le perturbazioni disfunzionali proprie dell’unità articolare vertebrale. Ciò è ottenuto mediante gli strumenti di analisi complementari tra cui i principali sono:

  1. Anamnesi
  2. Tecniche di imaging: TAC, radiografia, ecc.
  3. Testing muscolare
  4. Riflessi osteo-tendinei
  5. Palpazione dinamica del movimento
  6. Analisi della postura e delle deformazioni.

Lo strumento generalmente ritenuto più valido per la valutazione di eventuali controindicazioni e peculiarità della colonna vertebrale è la radiografia.

Allo stesso tempo, però, questo strumento non permette la scoperta delle cause di alcune tipologie di dolore riscontrabili, invece, dalla valutazione attenta del chiropratico.

Dopo gli esami preliminari, e la diagnosi medica, il professionista sottopone al trattamento il suo paziente.

Il trattamento generalmente consiste nella mobilizzazione passiva delle articolazioni interessate eseguite mediante forti pressioni delle mani.

Le sedute sono composte da 3-4 manipolazioni eseguite in maniera mirata e completamente indolore che consentono la risoluzione dei problemi e la guarigione del paziente insieme al ritorno alla normale vita quotidiana.

Le manipolazioni chiropratiche e i benefici

La cura chiropratica si rivolge a chi soffre di dolori vertebrali e di disturbi funzionali che si riferiscono all’apparato muscolo-scheletrico.

Pone rimedio a molte problematiche come:

  • Artrosi;
  • Traumi dovuti a infortuni.  Generalmente ci si affida alle cure del chiropratico quando si subisce lo stiramento dei muscoli della schiena, una coccialgia, il colpo di frusta, danni al midollo;
  •  I traumi cronici da mal posizione che s’instaurano nel corpo dopo anni di cattive abitudini. Si possono instaurare per i professionisti che trascorrono in piedi gran parte delle loro giornate (come gli infermieri) ma ne possono essere colpiti anche i lavoratori più sedentari con le loro posizioni non consone;
  • Se si pratica lo sport in maniera errata;
  • Ai malesseri causati dal fumo e dallo stress. Il fumo, infatti, impedisce un corretto apporto di ossigeno ai muscoli della schiena favorendo il dolore. Lo stress, invece, fa calare i livelli di endorfine che funzionano come antidolorifici naturali;
  • Malesseri da flusso mestruale. A causa del ristagno linfatico, la donna può avere varie problematiche che il chiropratico può risolvere mobilizzando tutta la colonna vertebrale in maniera tale da stimolare le terminazioni nervose che regolano le funzioni circolatorie dell’organismo;
  •  I dolori cronici. Si rifanno alle manipolazioni chiroterapiche anche chi soffre di dolori cronici poiché oltre a tali sofferenze, perdono lo stato di benessere psico-fisico e ricorrono all’abuso di antidolorifici.

Le manipolazioni chiropratiche e le tecniche di massaggio

Spesso si fa confusione tra la chiropratica e altre discipline mediche quali l’osteopatia, fisiatria e fisioterapia.

Tutte queste tre hanno in comune il benessere dell’individuo ma sono percorsi che si avvalgono di diverse cure e tecniche.

La chiropratica è molto vicina all’osteopatia poiché entrambi si avvalgono dell’olismo come fine delle manipolazioni, riportando in salute tutto l’organismo.

La fisioterapia, invece, si distanzia sostanzialmente dalle prime due poiché fa parte della medicina tradizionale e non esclude l’impiego di metodi chirurgici e farmaci. Tuttavia oggi essendo la fisioterapia una professione sanitaria, prevede la presenza di molti fisioterapisti preparati anche sulle manipolazioni chiropratiche che risultano un’ottima integrazione alle altre tecniche fisioterapiche.

Andiamo a vedere in dettaglio questi metodi.

La fisioterapia si occupa della prevenzione, della cura e della riabilitazione di disturbi legati a malattie o traumi, utilizzando tecniche manuali e strumenti di diversa entità. Questa terapia si distingue dalla chiropratica in quanto poggia i suoi fondamenti sulla medicina tradizionale, occupandosi della persona non tanto nella sua globalità ma prendendo in considerazione i singoli sintomi.

Questa non è una definizione esatta perchè oggi come ti dicevo molti fisioterapisti compreso me, hanno studiato e applicano le tecniche manipolative sia chiropratiche che osteopatiche e quindi anche la fisioterapia sta avendo un approccio sempre pi olistico.

Anche l’osteopatia si distingue dalla chiropratica.

I trattamenti osteopatici prevedono movimenti più lenti e delicati e agiscono sulle articolazioni a differenza della chiropratica che agisce prevalentemente sulla colonna vertebrale, pur prevedendo manovre anche su altre parti del corpo.

Un punto di incontro tra le due discipline è il sistema cranio-sacrale.

Le ossa del cranio, infatti, hanno un movimento e un allineamento propri e possono bloccarsi dopo diversi eventi traumatici. È compito di entrambi sbloccarli.

Hai mai pensato di migliorare le tue conoscenze di medico o fisioterapista?

Attraverso i miei corsi potrai usufruire di un corso professionale e specializzato nonché imparare e approfondire una delle manipolazioni più efficaci per il paziente, la manipolazione vertebrale!

Abbiamo creato solo per te, dei video-tutorial che step-by-step potranno aiutarti a scoprire come applicare queste tecniche in maniera tale da essere operativo/a sin da SUBITO.

Clicca qui per saperne di più!

Sei un fisioterapista? Clicca qui per dare un’occhiata ai video dimostrativi dei miei corsi online
Share This

Grazie!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social