fbpx

L’osteopatia è una terapia manuale che consiste nella manipolazione di alcune parti del corpo, focalizzandosi in particolar mondo sulla schiena, il collo e la testa.

Questa metodica naturale tratta le varie patologie senza utilizzare farmaci ma utilizzando un approccio asintomatico. L’operatore, infatti, non si accontenta di risolvere il sintomo ma si propone di andare approfonditamente alla ricerca della causa di ogni sofferenza che è possibile reperire non solo nel punto nevralgico ma anche in un’altra zona.

Essendo una terapia manuale, la manipolazione osteopatica e la stessa Osteopatia sono considerate medicine non convenzionali e riconosciute dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Sei un fisioterapista? Clicca qui per dare un’occhiata ai video dimostrativi dei miei corsi online

Le manipolazioni osteopatiche

Le tecniche utilizzate per la cura in osteopatia sono considerate tecniche manipolatorie manuali che si diversificano a seconda dell’obiettivo che si pongono.

È possibile distinguere:

  •  Le manipolazioni dirette finalizzate alla correzione della zona interessata e ad una nuova valutazione sulla giusta funzionalità
  • Le manipolazioni indirette, maggiormente conosciute nell’ambito, svolgono la funzione opposta. Queste manovre traumatiche e indolori agiscono forzando il corpo ad azioni che da solo non farebbe, ad “andare dove non vuole”.

Le manipolazioni osteopatiche e le categorie di riferimento

In generale, poi, le manipolazioni si avvalgono di diversi metodi e tecniche di trattamento che sono utilizzate a seconda delle necessità terapeutiche.

Si distinguono in tre grandi categorie:

  1. Le manipolazioni osteo-articolari, ovvero tecniche dirette finalizzate a correggere le posizioni spaziali delle articolazioni seguendo i loro assi di movimento. Queste tecniche hanno una forte influenza sul sistema neurologico in quanto agiscono sul sistema meccanico e cercano di facilitare i corretti impulsi da e per le terminazioni della parte trattata. Durante l’applicazione di queste tecniche, non vi è necessità  di praticare forza né di praticare leve. Si tratta solo di praticare queste manipolazioni con adeguata precisione per non incorrere a danni di vario genere.
  2. Le manipolazioni viscerali ristabiliscono la mobilità e la motilità della vitalità cellulare di un organo. Attraverso queste movenze, l’osteopata può stimolare l’organo verso una funzione più corretta, di assorbimento e di espulsione sia nell’ambito meccanico che in quello biochimico. Inoltre, attraverso i massaggi alle viscere, va anche a capire e risolvere eventuali problematiche che cadono sulla colonna vertebrale. Esiste, infatti, dal punto di vista anatomico e funzionale una vera e propria relazione tra gli organi interni e la struttura muscolo-scheletrica.  Questa tipologia di trattamento mira, attraverso l’addome e il diaframma a ristabilire una buona mobilità sia degli organi interni che della struttura scheletrica.  Insieme alle manipolazioni viscerali sono eseguite anche le manipolazioni nella zona mio- fasciale, ovvero la zona che coinvolge i muscoli e le fasce.
  3. Le manipolazioni craniali consistono in leggere pratiche eseguite sulle ossa craniche nonché sulla colonna vertebrale del paziente in maniera tale da stabilire un contatto con il ritmo cranio sacrale e avere la possibilità di stimolarlo e assecondarlo.Tramite leggere manipolazioni, inoltre, il massaggio cranio-sacrale è in grado anche di influire positivamente sull’intero organismo attraverso tutti i collegamenti presenti in quella zona dal punto di vista neurologico. Attraverso queste manovre è possibile agire in particolar modo sulla vitalità dell’organismo, permettendo al corpo di reagire in maniera efficace agli eventi di disturbo creati da cause endogene ed esogene.

I benefici delle manipolazioni osteopatiche

L’osteopatia, quindi, si riserva di aiutare il paziente attraverso una metodologia che pone come finalità la risoluzione del malessere attraverso l’analisi del corpo, affrontando mano a mano le varie sintomatologie per portare il soggetto al benessere psichico e fisico.

Questa pratica si serve di un trattamento svolto in maniera  manuale e non invasiva per ridare la possibilità a tutte le strutture del corpo di poter svolgere la propria funzione nella maniera corretta.

Ecco perché è una manipolazione utilizzata per la risoluzione di tantissime problematiche associate a diversi apparati, non solo il muscolo scheletrico.

Le manovre osteopatiche e le cause del malessere

L’osteopatia e l’utilizzo delle manovre osteopatiche si occupano principalmente dei problemi strutturali e meccanici appartenenti all’area funzionale muscolo-scheletrico e associate a malfunzionamenti degli organi interni e del sistema cranio sacrale.

Queste problematiche possono avere le cause più svariate. Se prendiamo, ad esempio, l’uso costante di una postura scorretta, questa può provocare:

  • problematiche legate alla pirosi, ovvero i bruciori di stomaco;
  • stipsi (stitichezza);
  • problematiche legate all’ambito cranio-sacrale come ad esempio cefalee di lieve e grave entità (mal di testa);
  •  dismenorrea (dolori e problemi legati al ciclo mestruale).

È proprio grazie all’osteopatia, attraverso una visione olistica del corpo umano, è possibile risolvere diverse problematiche a partire da una causa comune. In egual modo, si propone di risolvere problematiche legate all’ambito muscolo-scheletrico attraverso la stabilizzazione del sistema organico-viscerale.

  1.  Dei benefici, inoltre, ne possono usufruire persone di tutte le età e si rivela efficace per la risoluzione di diversi disturbi che impediscono di vivere la quotidianità in serenità come:
  2. lombalgie,
  3. sciatalgie
  4.  artrosi
  5.  cefalee
  6. dolori articolari e muscolari
  7. nevralgie
  8. affezioni congestizie,
  9. sinusiti
  10. disturbi ginecologici e digestivi di varia causa e di varie entità

Come fa l’osteopata a raggiungere un valido risultato?

L’operatore, durante la visita a cui sottopone il soggetto, si prepone la possibilità di sentire, pensare e vedere il paziente e il suo malessere.

Proprio per questo, dopo un’accurata analisi e valutazione dei rischi, riesce a stabilire quale potrebbe essere la causa del problema e le varie compensazioni che hanno avuto luogo sui vari apparati.

Il corpo umano, infatti, una volta accertato che vi sia un dolore in una certa zona, tenta continuamente di compensare questo disturbo su altri distretti articolari in maniera tale da compensare ed eliminare il problema.

Molte volte, però, questa azione involontaria crea una serie di disturbi paralleli come ad esempio un alterazione della postura o la presentazione della sintomatologia algica su un distretto corporeo che potrebbe non corrispondere con l’origine del dolore.

Durante il trattamento, poi, il professionista si occupa di agire sull’aspetto meccanico e neuro-fisiologico dell’individuo attraverso la palpazione dei tessuti.

Hai mai pensato di migliorare le tue conoscenze di medico o fisioterapista? Attraverso i miei corsi potrai usufruire di un corso professionale e specializzato nonché imparare e approfondire le manipolazioni più efficaci per il paziente, le manipolazioni vertebrali e le manipolazioni periferiche!

Abbiamo creato appositamente per te, dei video-tutorial che step-by-step potranno aiutarti a scoprire come applicare queste tecniche in maniera tale da essere operativo/a sin da SUBITO.

Clicca qui per saperne di più!

Share This

Grazie!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social