fbpx

Tra i trattamenti terapeutici che giungono da Oriente, sicuramente il massaggio shiatsu è uno dei più rappresentativi. 

La sola definizione evoca l’idea di una tecnica esotica che anche i pazienti meno esperti conoscono ormai. Ne risulta che da operatore attuale o futuro, saprai sicuramente a cosa si riferisce, ne avrai sentito di certo parlare e probabilmente lo conosci anche se per sommi capi.

Se, tuttavia, i “sommi capi” a te non bastano e preferisci includere anche le tecniche di massaggio shiatsu tra le tue competenze, allora approfitta di questa guida.

Ti sarà utile se vuoi conoscere come eseguire il massaggio shiatsu, quali sono le occasioni più adatte per prenderlo in considerazione come tecnica da utilizzare sui tuoi pazienti e infine se vuoi conoscerne i benefici in maniera tale da poterne sfruttare al meglio le sue innumerevoli potenzialità.

Troverai molti spunti utili, anche se sei un operatore che ricorre allo shiatsu da tempo e hai bisogno di perfezionare le basi di una conoscenza che puoi già vantare di avere, ma che presenta per te ancora dei lati oscuri da approfondire.

Mettendo in pratica questa tecnica e conoscendola più nel dettaglio, potrai ritenerti un esperto, in grado di dispensare benessere grazie ai vantaggi che lo shiatsu è in grado di offrire.

Partiamo dunque dalle sue origini, per comprenderne il significato e tutte le sue caratteristiche principali.

SE SEI DEL SETTORE CLICCA QUI O SULLA COVER PER VEDERE I NOSTRI CORSI

In cosa consiste lo shiatsu e quali sono le sue origini

Lo sanno tutti che lo shiatsu è una delle discipline di massaggio orientali ma cosa di preciso la caratterizza e in che modo può essere applicata rispetto al corpo umano?

Questo tipo di trattamento ha origini antiche che nel corso di decenni si sono tramandate, andando via via perfezionandosi. Nasce dalla medicina cinese e ha fortemente influenzato quella giapponese. Il suo nome è una combinazione fra Shi, il cui significato è “dito”, e Atsu, che significa “pressione” (Digito pressione). La tecnica shiatsu parte dai fondamenti della disciplina olistica, secondo la quale il corpo è da considerarsi tutt’uno tra armonia interiore e benessere dell’organismo, basandosi sui principi dell’equilibrio energetico che, venendo a mancare, crea disarmonie e disturbi a livello corporeo.

Le tecniche di massaggio shiatsu si articolano in pressioni perpendicolari su specifiche aree del corpo, che vengono esercitate utilizzando le dita, i pollici e i palmi delle mani, in modo da favorire il flusso di energia e ripristinare l’equilibrio e l’armonia fra corpo e mente. Le aree in cui agirai come operatore vengono identificate con la parola giapponese “tsubo” e non sono casuali, in quanto corrispondono ai punti del corpo umano in cui si accumulano tensioni e stress. 

Il massaggio si articola in 5 punti fondamentali, che corrispondono a:

  • La pressione
  • La respirazione
  • La postura
  • Il piacere o dolore
  • L’aspetto perpendicolare della tecnica

Da operatore specializzato nel massaggio shiatsu sei chiamato a eseguire il massaggio avendo cura di posizionarti in maniera corretta, analizzare i punti tsubo su cui intervenire e infine stabilire il tipo di pressione da esercitare, mettendo in moto tre differenti momenti definiti di ingresso, di stasi e di uscita.

Di norma una seduta di massaggio shiatsu completo dura circa un’ora ma la sua estensione potrai determinarla tu, in base ai casi specifici.

La tecnica del massaggio shiatsu: benefici e controindicazioni

Il massaggio shiatsu deve la sua popolarità al fatto di essere in grado di apportare notevoli benefici, se correttamente eseguito. Anche in questo caso, come per altre tecniche di massaggi, occorre personalizzare le sedute, nonostante le tecniche di esecuzione siano abbastanza standard.

Se adeguatamente svolto da operatore competente, puoi assicurare ai tuoi pazienti:

  • La prevenzione di alcune patologie, che altrimenti provocherebbero diverse disfunzioni
  • Il mantenimento dei canali energetici
  • Il recupero di uno stato di relax per tutto l’organismo
  • La distensione di fasci muscolari contratti
  • La diminuzione o eliminazione del dolore
  • La stabilizzazione della pressione del sangue e linfatica
  • Il miglioramento del metabolismo
  • Il rafforzamento del sistema immunitario
  • Il rallentamento dell’azione dei radicali liberi e dell’invecchiamento cellulare
  • Il rilassamento del sistema nervoso

Evidente, dunque che con il massaggio shiatsu i benefici sono diversi, a fronte di pochissime controindicazioni. Tale tecnica, è bene saperlo, è sconsigliata se hai difronte un paziente affetto da malattie contagiose o che abbia patologie al cuore, al fegato, ai reni o ai polmoni e infine è meglio evitare la pratica del massaggio shiatsu se sono presenti fratture.

Tecniche del massaggio shiatsu: conoscerle, per eseguirlo in maniera corretta 

Il massaggio shiatsu è molto articolato tanto che per convenzione lo si suddivide in varianti differenti, in base al metodo utilizzato. Tra i vari, sono identificabili i seguenti 6 tipi di massaggio:

  • Namakoshi
  • Serizawa
  • Koho
  • Ohashi
  • Meiso Shiatsu
  • Zen Shiatsu o anche Masunaga

Il massaggio Namakoshi si concentra sui meridiani attraverso i quali fluisce l’energia e tramite cui è possibile eliminare malesseri e disturbi vari, agendo sugli tsubo. Il fine di tale metodo è non solo terapeutico ma anche preventivo.

Il massaggio Serizawa invece, è stato ideato dall’omonimo maestro e si rifà fortemente alla medicina cinese. Esso si basa sul concetto che disfunzioni e malesseri degli organi interni si ripercuotano sui muscoli, creando tensioni. La terapia del massaggio agisce sui meridiani principali e su quelli secondari.

Watanabe Koho è il maestro che ha fondato l’omonima metodologia di massaggio, e che ha dato vita a una miscela di medicina tradizionale cinese e pratiche tradizionali giapponesi. Per eseguirlo, vengono esercitate pressioni con l’uso dei pollici, lungo i 16 meridiani del corpo.

Al maestro Ohashi invece si deve il metodo di massaggio che porta il suo nome e che si focalizza sul miglioramento della postura, sul recupero dell’equilibrio psicologico e fisico, agendo sia sui meridiani che sulla attivazione di un sistema di auto guarigione.

Il massaggio Meiso Shiatsu fonda le sue basi sulla sinergia, sulla collaborazione tra operatore e paziente. Il focus in questo caso ha come obiettivo il raggiungimento del benessere dell’organismo, attraverso un percorso di percezione di sé, di consapevolezza dell’io. I risultati si ottengono attraverso un’alta competenza del massaggiatore, l’utilizzo di tecniche di meditazione e alcuni consigli che il professionista fornisce al paziente.

Infine il massaggio Zen Shiatsu, definito anche Masunaga, dal nome del suo ideatore (Shizuto Masunaga), si incentra sulle cause che hanno determinato i sintomi e si pone come obiettivo quello di raggiungere un’armonia o l’equilibrio del paziente, dal punto di vista fisiologico e dal punto di vista mentale. Per ottenere tale risultato occorre trovare un punto di bilanciamento dell’energia tra i punti scarichi e quelli che presentano una condizione di sovraccarico.

Il massaggio shiatsu applicato alle più comuni problematiche

La digitopressione del massaggio shiatsu può correre in supporto di diverse problematiche, grazie alla sua capacità di rimettere in sesto le tensioni muscolari e gli squilibri psico – fisici.

Per fare qualche esempio, puoi utilizzare il massaggio shiatsu cervicale quando il tuo paziente ha problemi e disarmonie che riguardano la zona cervicale. Come primo passo occorre individuare la causa della cervicalgia, che potrebbe derivare da:

  • Ragioni psicosomatiche (preoccupazioni, ansie, il peso della responsabilità che si tende ad accollarsi in toto) che creano dolori muscolari al collo e alla testa
  • Ragioni posturali, tipiche di chi trascorre molte ore seduto ad una scrivania o di chi guida frequentemente per ore, assumendo posizioni non corrette. La conseguenza è uno sbilanciamento rispetto al corretto allineamento della testa con le vertebre cervicali, con il risultato di scatenare tensioni dei muscoli trapezi, dei flessori del collo e del muscolo sternocleidomastoideo.
  • Ragioni di origine meteoropatica. Alcuni pazienti sono infatti particolarmente sensibili a agenti come il vento, l’umidità tanto da risentirne a livello cervicale.

La tecnica shiatsu in questi casi agisce sulla correzione della postura, sul miglioramento della respirazione che torna ad essere fluida, giungendo fino alla zona lombare; sulla temperatura del corpo che può rivelare la presenza di blocchi del flusso energetico.

Potrai prendere in considerazione anche il massaggio shiatsu ai piedi, che aiuta a ripristinare l’equilibrio del corpo e a risolvere molte problematiche legate allo stress.

Con il massaggio shiatsu al viso invece puoi eseguire digitopressioni che agiscono sulle energie dei meridiani e, attraverso il viso, propagare benefici a molti organi interni, grazie a movimenti circolari che aiutano a migliorare anche la circolazione e a favorire l’ossigenazione dei tessuti.

Problemi come la ritenzione idrica, la pigrizia intestinale, disfunzioni dei processi digestivi, potranno essere ridotti o addirittura eliminati.

Gli effetti benefici di un massaggio shiatsu eseguito a regola d’arte

Da operatore specializzato nel massaggio shiatsu hai la facoltà di poter ridare al paziente benessere a livello psico mentale, grazie a movimenti di digitopressione dolci, graduali da esercitare su testa, collo, addome, braccia, gambe e dorso.

Prestare attenzione alla postura e alla respirazione del paziente sarà fondamentale per ottenere risultati soddisfacenti.

Un massaggio eseguito a regola d’arte è in grado di prevenire e curare diversi malesseri e disfunzioni sia livello psichico che a livello fisico, agendo sulla ripresa della circolazione energetica. Aiuta a ridurre lo stress e gli stati di ansia, a migliorare il sonno e a ridare armonia al sistema nervoso. Può alleviare dolori articolari e muscolari, ridurre la cervicalgia, migliorare il flusso sanguigno e il dolore alla testa, così come molti disturbi che interessano l’apparato gastro intestinale.

Lo shiatsu può essere la soluzione a molti problemi, solo se ad eseguirlo sarà un professionista competente e attento alle esigenze del paziente. 

SE SEI DEL SETTORE CLICCA QUI O SULLA COVER PER VEDERE I NOSTRI CORSI
Share This

Grazie!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social