fbpx

Dermatomeri arto superiore, conosciamoli meglio! Affrontare il proprio lavoro con grande professionalità richiede da parte tua aggiornamento e impegno costanti, per far fronte a qualsiasi condizione dei pazienti che si rivolgono ai tuoi servizi.

Essere esperti e condurre la propria professione con competenza significa non solo essere in grado di eseguire tecniche di massaggio per quanto in maniera corretta, ma anche poter contare sulla conoscenza approfondita e trasversale in ambiti diversi.

Biologia, endocrinologia, fisiologia e molto altro sono diventati requisiti necessari, se davvero intendi posizionarti come specialista.

Nell’esercizio della tua professione, non vanno pertanto trascurate le competenze in materia di dermatomeri.

In particolare in questo articolo approccerai i dermatomeri arto superiore, la cui conoscenza diventa un requisito basilare, per andare più a fondo nel trattamento del paziente e delle sue patologie o disfunzioni.

Da professionista devi poter contare su una serie di competenze che facciano di te un operatore multitasking, sempre aggiornato e capace per rispondere alle richieste di pazienti di ogni tipologia e condizione.

SE SEI DEL SETTORE CLICCA QUI O SULLA COVER PER VEDERE IL CORSO MIOFASCIALE EFFICACE

Cosa sono i dermatomeri e quale funzione svolgono, ai fini scientifici e terapeutici

I dermatomeri sono delle regioni cutanee che partono da singoli nervi spinali e si estendono lungo le innervazioni spinali.

Ad ogni nervo spinale, corrisponde un dermatomero tranne nel caso del nervo spinale C1 e del nervo spinale Co1, posti rispettivamente all’inizio e al termine della spina dorsale. I nervi spinali trasmettono ciascuno una differente sensazione dalla regione di loro appartenenza, direttamente al cervello.

Nel corpo umano sono presenti:

  • 8 nervi cervicali
  • 12 nervi toracici
  • 5 nervi lombari
  • 5 nervi sacrali.

Ciascun gruppo di nervi viene identificato con una lettera: C per i cervicali, T per i toracici, L per i lombari e S per quelli sacrali.

All’interno di ciascun gruppo, i nervi sono a loro volta riconosciuti tramite assegnazione di un numero progressivo. Nel caso quindi dei cervicali, si avrà il nervo C1, il nervo C2, e così via anche per gli altri gruppi di nervi spinali.

Di conseguenza, i dermatomeri saranno associati ciascuno al corrispettivo nome del nervo spinale (ad esempio dermatomero C4, dermatomero S2, e così via).

Tale suddivisione ideale del corpo in dermatomeri, permette di poter individuare eventuali lesioni o danni spinali. Se per fare un’ipotesi, un paziente presenta problemi di mobilità sul lato ulnare della mano, da operatore presterai particolare attenzione nell’eseguire manovre all’altezza del nervo spinale cervicale C8 o del nervo spinale toracico T1.

Conoscere la mappatura dei dermatomeri, inoltre, è importante anche per individuare l’origine di un focolaio di herpes zoster. Di solito il paziente avverte i sintomi della riattivazione dell’herpes in un punto di un dermatomero.

Dermatomeri arti superiori: caratteristiche e funzionalità nel dettaglio

Dopo aver velocemente indicato il significato di dermatomeri, ti sarà certamente evidente che, come logica conseguenza, ad ogni regione del corpo corrisponde uno specifico dermatomero.

Volendo andare più nel dettaglio, proviamo a riconoscere i dermatomeri sensitivi arto superiore. Nel caso di un braccio, i dermatomeri relativi saranno quelli del segmento cervicale e parte del segmento toracico. Per essere più precisi, nell’arto superiore avremo i seguenti dermatomeri:

  • Dermatomero C4, comprendente l’area del muscolo deltoide e che include la spalla, la clavicola e la zona sovra scapolare;
  • Dermatomero C5, comprendente l’area del muscolo deltoide e del bicipite brachiale, e che include la zona deltoide, la parte anteriore del braccio fino al pollice;
  • Dermatomero C6, che si trova in corrispondenza del primo radiale esterno, di parte del bicipite brachiale e del muscolo brachioradiale. Comprende parte anteriore del braccio, il lato radiale della mano fino al pollice e all’indice;
  • Dermatomero C7, che comprende l’area del tricipite brachiale, pronatore rotondo, dell’abduttore del pollice e dell’opponente del pollice. Sono quindi inclusi la parte laterale del braccio, l’avambraccio, l’indice, il medio e l’anulare.
  • Dermatomero C8 fino al Dermatomero T1, comprendenti i muscoli interossei, l’abduttore del mignolo, l’abduttore del pollice e il flessore profondo delle dita. Includono dunque la zona mediale del braccio, l’avambraccio, il medio, l’anulare e il mignolo.

In particolare potremo suddividere tre categorie che fanno capo ai dermatomeri arti superiori. Si tratta dei dermatomeri spalla, dei dermatomeri braccio e dermatomeri mano.

Conoscere la mappa dei dermatomeri arti superiori per un efficace trattamento sul paziente

Conoscere la mappa dei dermatomeri plesso brachiale, vale a dire quelli che interessano il braccio, aiuta a risalire alle aree spinali su cui il paziente potrebbe presentare danni o lesioni.

Di conseguenza il trattamento che deciderai di eseguire sul paziente, dovrà tenerne fortemente conto, nello svolgimento delle manovre. Una lesione o un danno dei nervi spinali relativi ai dermatomeri arto superiore potrebbe causare al paziente parziali o totali stati mobilità e per tali ragioni si rendono necessarie estrema cautela e delicatezza, soprattutto sui nervi spinali di riferimento.

Le funzioni principali dei nervi dell’arto superiore sono diverse e vanno dall’innervazione delle ghiandole sudoripare (funzione eccitosecretrice) alla innervazione delle arterie. Rimanendo tra il plesso cervicale e quello brachiale, cui i dermatomeri del braccio fanno riferimento, i nervi assolvono anche alla funzione di innervare i muscoli striati, la superficie cutanea e quella profonda (definita anche propriocettiva).

Danni ai nervi spinali le cui innervazioni fanno capo al braccio possono significare diverse condizioni, di gravità più o meno acuta. Ecco alcuni esempi:

  • parziale flessione del braccio o del gomito, oppure paralisi di stato grave, qualora la lesione fosse sul nervo cervicale C4 o sul cervicale C5 oppure sul nervo cervicale C7;
  • in caso di lesione o danno al nervo spinale C8, invece, il paziente potrebbe rischiare una paralisi alle gambe o al tronco, oppure la paralisi ai muscoli delle mani.

Per avere un riferimento più semplificato, i dermatomeri da C2 a C4 sono dermatomeri plesso cervicale, mentre quelli da C5 a T1 sono dermatomeri plesso brachiale.

La conoscenza dei dermatomeri arto superiore è un indice di riferimento di cui tenere conto, nell’esercizio della tua professione, per aiutare concretamente il paziente nel recupero della forma fisica ottimale e non rischiare di aggravare eventuali condizioni critiche in corso.

Dermatomeri arto superiore e test per individuare eventuali danni o lesioni del midollo spinale

La diagnosi per rilevare l’eventuale presenza di danni o lesioni al midollo spinale sono di abbastanza facile esecuzione e consistono nei test seguenti:

  • Verifica della sensibilità a livello cutaneo
  • Verifica della reattività al dolore

Nel primo caso si procede facendo scorrere con leggerezza un batuffolo di cotone idrofilo lungo i dermatomeri arto superiore. Al paziente viene richiesto di tenere gli occhi chiusi, per evitare che sia condizionato nel vedere le manovre di chi esegue il test, e di comunicare quando e se percepisce il passaggio dello sfioramento del batuffolo.

Nel secondo caso, invece, si ricorre all’utilizzo di uno spillo che punge la superficie cutanea nei vari punti del dermatomero di riferimento. Al paziente, che rimane sempre ad occhi chiusi, viene richiesto di comunicare se avverta dolore alla puntura di spillo.

In base al riscontro, si potrà risalire alla severità del danno. Se il paziente non avverte sensibilità al passaggio del batuffolo ma percepisce la sensazione di dolore in seguito alla puntura dello spillo, allora ci si trova difronte ad una probabile lesione lieve.

Al contrario, se il paziente non è in grado di percepire lo sfioramento del batuffolo ed è privo di sensibilità cutanea, né sarà in grado di avvertire dolore quando lo spillo punge la superficie cutanea, la lesione spinale quasi certamente è di livello importante.

Dai risultati del test, potrai individuare il trattamento possibile e fornire al paziente le indicazioni necessarie per una diagnosi approfondita della lesione presso le strutture diagnostiche specializzate.

In ogni caso, la conoscenza dei dermatomeri arto superiore ti permette di individuare le aree su cui sono possibili e utili le manovre, ma soprattutto potrai sapere su quali nervi spinali evitare pressioni o altri interventi di manipolazione.

Come arricchire la propria professione con competenze all’altezza di qualsiasi paziente

Non occorre sottolineare l’importanza di essere preparati, prima di approcciare qualunque tipologia di paziente. Eseguire manovre standard potrebbe compromettere eventuali condizioni in corso, rischiando di peggiorare lo stato di salute del paziente stesso.

Per questa ragione, è importante che il tuo livello di professionalità non si fermi alla base ma vada oltre, permettendoti di acquisire competenze su più fronti. Avere una visione a 360 gradi di tutto quello che gravita attorno al mondo dei massaggi, significa conoscere in maniera approfondita ogni aspetto che interessa la salute del paziente che si rivolge ai tuoi servizi.

Conoscere i dermatomeri è un riferimento imprescindibile, se vuoi offrire al paziente performance professionali e competenti ed essere riconosciuto come specialista del tuo campo.

Un lavoro costante di aggiornamento delle tue competenze, farà di te un professionista affidabile e capace di intervenire su qualsiasi tipologia di paziente in maniera efficace. Che si tratti di atleti a livello agonistico o di persone che svolgono una vita più sedentaria, oppure che abbiano condizioni cliniche specifiche, potranno rivolgersi ai tuoi servizi solo se sarai in grado di garantire il giusto approccio.

La tua professionalità dipende da te, dalla tua voglia di crescere nell’esercizio del tuo lavoro e dalla passione che metti in ogni gesto che compi, a tutela del benessere dei tuoi pazienti.

SE SEI DEL SETTORE CLICCA QUI O SULLA COVER PER VEDERE IL CORSO MIOFASCIALE EFFICACE
Share This

Grazie!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social