fbpx

Massoterapia, linfodrenaggio e dintorni: di che si tratta? Valutare di dare uno slancio alla propria carriera professionale, attraverso un percorso di specializzazione è di certo una scelta responsabile nei confronti dei tuoi pazienti. Che tua abbia già avviato la professione di operatore o che intenda iniziare, ti sarà di certo chiara l’importanza di presentarsi al paziente con le competenze necessarie.

Se sei giunto alla lettura di questo articolo, allora sicuramente sei molto avanti nell’aver compreso che una conoscenza superficiale del tuo ambito lavorativo, non basta per ritenersi un professionista.

Se la tua motivazione, la tua passione e la tua voglia di crescita ti hanno condotto qui, allora sei nel posto giusto. Stai, infatti, per approcciare i fondamenti della massoterapia linfodrenante, attraverso i quali avere una prima infarinatura sull’argomento e la possibilità di approfondirlo, proseguendo nel percorso.

Accendi il motore e parti alla scoperta e alle basi della conoscenza di questa specifica tipologia di massaggi, ovvero la massoterapia linfodrenante.

SE SEI DEL SETTORE CLICCA QUI O SULLA COVER PER VEDERE IL CORSO MIOFASCIALE EFFICACE

Massoterapia: linfodrenaggio e caratteristiche di una specifica tipologia di manovre

Innanzitutto quando si parla di massoterapia ci si riferisce a massaggi specifici che consistono in manovre sui tessuti molli, dagli effetti rilassanti, tonificanti, terapeutici. I suoi benefici sono in grado di migliorare il livello di benessere del paziente.

Quando si abbinano assieme massoterapia e linfodrenaggio, si intendono manovre molto specifiche che aiutano a ripristinare il sistema linfatico del paziente. In linea generale si può affermare che la massoterapia per linfodrenaggio risulta essere molto piacevole per il paziente nella maggior parte dei casi.

Oltre al ripristino del sistema linfatico, la massoterapia linfodrenante aiuta anche a riattivare il micro circolo. Di norma può essere eseguita al termine o all’inizio di qualsiasi seduta di massaggio, oppure come sessione a sé stante.

Tale tipologia di manovre mira a drenare:

  • I liquidi in eccesso
  • Le scorie azotate
  • Gli acidi urici

La massoterapia linfodrenante infatti ha lo scopo di eliminare i liquidi in eccesso dal tessuto connettivo, spostandoli tramite il sistema dei vasi linfatici. Non si tratta di massoterapia connettivale di cui puoi invece leggere cliccando qui.

La massoterapia per linfodrenaggio, quando correttamente eseguita, ha la capacità di regolarizzare il percorso linfatico, favorendo l’ossigenazione dei tessuti e il corretto afflusso di sostanze attive.

Tale tecnica di manipolazione è particolarmente indicata quando il paziente presenta edemi da trauma o linfostatici, squilibri vegetativi o problemi alle fibre muscolari. Può essere indicata anche come prevenzione o in presenza di condizioni di stress nel paziente.

In molti casi si rivela un intervento dalla grande efficacia anche nei casi in cui siano presenti condizioni come la cellulite o per potenziare le difese immunitarie.

Lo scopo principale della massoterapia linfodrenante è, in sintesi, quello di favorire e normalizzare il deflusso linfatico nell’organismo.

Il sistema linfatico e le sue funzionalità

Il sistema linfatico drena i fluidi dalle cellule dei tessuti (spazi interstiziali) all’apparato circolatorio. La sua funzione è quindi fondamentale per il corretto funzionamento del nostro organismo.

Cause di origine diversa possono tuttavia generare blocchi o ristagni di liquidi e sostanze in essi contenute, e si rende perciò necessario drenarli, attivando i vasi linfatici, in modo che le scorie metaboliche possano essere regolarmente smaltite e la ritenzione idrica possa essere risolta.

Il sistema linfatico è formato da organi, vasi linfatici e capillari il cui compito è, appunto, quello di assicurare la circolazione dei fluidi. Nella linfa sono presenti:

  • Acqua
  • Proteine
  • Sali minerali
  • Grassi
  • Residui di scarto del metabolismo cellulare
  • Linfociti, ovvero i globuli bianchi derivanti dal midollo osseo

La presenza di globuli bianchi nel sistema linfatico agisce direttamente sulla formazione delle difese immunitarie, pertanto la sua azione si ripercuote in maniera importante sul potenziamento delle difese immunitarie stesse.

Il sistema linfatico è quindi fondamentale anche per il drenaggio delle sostanze di scarto e per l’assorbimento dei trigliceridi, assolvendo quindi ad una funzione metabolica dei grassi.

Può verificarsi che i liquidi si accumulino ed è in questi casi interviene la massoterapia linfodrenante. La massoterapia linfodrenante ha proprio come obiettivo quello di ripristinare il corretto flusso dei liquidi.

Questo settore specifico della massoterapia nasce dagli studi del biologo Emil Vodder che per primo approcciò le tecniche manuali applicate proprio al sistema linfatico.

Massoterapia linfodrenante: quali effetti scatena

La massoterapia (o linfodrenaggio massoterapico) è una pratica manuale a cui si ricorre quando si presenta un accumulo della linfa a livello muscolare o sotto pelle, che necessita di essere sbloccato, in modo da liberare il corretto afflusso dei liquidi ed evitare ristagni.

La massoterapia linfodrenante è quindi in grado di scatenare una serie di conseguenze positive e piacevoli per il paziente. Una seduta di massaggio può:

  • Creare una sensazione di benessere nel paziente, in quanto stimola il sistema nervoso parasimpatico;
  • Generare una sensazione di profondo rilassamento nel paziente, grazie agli effetti analgesici che ne conseguono;
  • Sortire un effetto drenante, che aiuta anche a regolarizzare la concentrazione proteica nel tessuto connettivo;
  • Sortire un effetto tonificante perché le sue conseguenze si avvertono a livello della muscolatura liscia, oltre che ovviamente a livello linfatico e vascolare.

Come si svolge una seduta di massoterapia linfodrenante

Vuoi diventare esperto nella pratica della massoterapia linfodrenante? Se la risposta è affermativa, saprai anche che per esserlo non basta aprire un libro e conoscerlo a memoria.

Un bravo professionista sa di dover fondere una serie di competenze, che spaziano da quelle meramente scientifiche a quelle umane, a cominciare da una forte attenzione rivolta al paziente, nel cercare di carpirne le necessità.

Il massaggio linfodrenante, infatti, non è solo questione di manipolazione tecnica, ma un insieme di capacità che trasmettano al paziente una sensazione di totale benessere.

Prima di intervenire con il massaggio vero e proprio, infatti, sarà necessario conoscere la condizione clinica del paziente, le sue abitudini, i ritmi della sua vita, affinchè possa essere abbinato un percorso rieducativo che potenzi i benefici del massaggio stesso.

Accompagnare il paziente in un percorso di rieducazione (alimentare, psicologica, posturale, ecc.) farà in modo che la seduta di massoterapia linfodrenante diventi parte di un trattamento completo che sia davvero orientato al recupero nel paziente di una perfetta forma fisica oltre che mentale.

I problemi linfatici possono coinvolgere infatti più ambiti dal punto di vista del paziente, specialmente se soggetto a condizioni importanti di stress, di malesseri di vario genere, se è portato a mantenere posture scorrette o ad alimentarsi in maniera non regolare o non equilibrata.

Fatta questa premessa, è bene sapere che massoterapia e linfodrenaggio viaggiano assieme con il comune obiettivo di risolvere blocchi linfatici.

Lo scopo di tale intervento non è solo estetico (come nel caso della presenza di cellulite), ma mirato anche a migliorare alcune malattie del sistema linfatico.

Si tratta pertanto di una tecnica molto delicata, che va eseguita con mani esperte che conoscano le giuste manovre, che sappiano esattamente come muoversi e con quale pressione. Da esperto nella massoterapia linfodrenante, infatti, potresti trovarti ad agire su linfoedemi allo scopo di rilassare le fibre muscolari striate o per dare benessere alle fibre muscolari lisce.

Per queste ragioni il massaggio linfodrenante si svolge con movimenti lenti e delicati, che procedono nella direzione dei vasi linfatici

I suoi effetti si avvertono a livello cutaneo e possono raggiungere la fascia muscolare indirettamente, tramite la linfa sottocutanea.

Se presenti, è sui linfonodi che si concentrano le manovre del massaggio, senza esercitare forte pressione, che potrebbe rivelarsi contro producente. Con movimenti ininterrotti si favorisce lo scioglimento dei nodi linfatici e la corretta veicolazione dei liquidi linfatici. Questi ultimi trasportano con loro anche le sostanze proteiche e le cellule immunitarie, ed eliminano allo stesso tempo le scorie del sistema linfatico. In questo modo i tessuti vengono nutriti di proteine e di un apporto cellulare.

Specialista della massoterapia linfodrenante? Si, ma nel modo giusto

La massoterapia linfodrenante dagli anni ’20 si è molto perfezionata ed è una tecnica che si è affinata, incrementando i benefici che oggi è in grado di apportare.

La sua importanza è indiscussa, dal momento che interviene nella regolazione del sistema linfatico, le cui funzionalità sono indispensabili per il corretto funzionamento del nostro organismo.

Il fatto che rivesta un ruolo così importante, sottintende la necessità che ad eseguirne le manovre siano mani abili ed esperte.

Non si può infatti pensare di intervenire su linfonodi, se non se ne conosce l’origine o la causa. Per questa ragione solo un massaggiatore o terapista esperto e capace dovrebbe agire e utilizzare questa tecnica di massaggio.

Specializzarsi oggi è una condizione necessaria se veramente si vuole aiutare il paziente a recuperare il benessere e sentirsi meglio, eliminando i problemi conseguenti ad un malfunzionamento linfatico e i dolori annessi.

Di certo se sei appassionato del tuo lavoro e ami svolgerlo al meglio, riconoscerai già l’importanza di essere preparati e competenti.

Svolgere un lavoro con professionalità è oggi un requisito necessario, ma quando l’area di competenza riguarda il benessere e la salute, allora è indispensabile e inevitabile presentarsi con la giusta preparazione.

Specializzarsi significa non solo conoscere tecniche e passaggi ma anche saper arricchire l’esperienza di un paziente che ricorre alla massoterapia linfodrenante con un elevato grado di umanità e personalizzazione, che possano aiutarlo a potenziare la percezione di benessere.  

SE SEI DEL SETTORE CLICCA QUI O SULLA COVER PER VEDERE IL CORSO MIOFASCIALE EFFICACE
Share This

Grazie!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social