fbpx

Il corso massaggio sportivo è incentrato sulle tecniche di massaggio decontratturante, drenante su traumi, massaggio trasverso profondo, pre e post gara e viene eseguito in particolare su atleti a livello agonistico o amatoriale.

Di solito viene eseguito prima e dopo la gara o la competizione sportiva, ma in molti casi anche nelle pause, nel corso della competizione.

La tua professionalità riveste anche un ruolo di accompagnamento dell’atleta durante il suo percorso sportivo:

  • Fondamentale prima di una gara, quando l’atleta segue cicli di allenamento particolarmente intensivi, in cui le fasce muscolari sono sotto sforzo costante.
  • Fondamentale nel corso della gara, quando lo sforzo muscolare raggiunge l’apice e facilmente l’atleta incorre in stati infiammatori.
  • Fondamentale al termine della gara o competizione, allorché il soggetto presenta tensioni muscolari importanti, che possono essere ridotte con le tue mani esperte
  • Fondamentale dopo un infortunio perché può ottimizzare e persino ridurre i tempi di guarigione

Nella maggior parte dei casi, si svolge lavorando sulle gambe dell’atleta (che quasi sempre è un runner, un ciclista, un calciatore, un nuotatore).

La tua competenza nello svolgimento di questo massaggio è fondamentale e può pregiudicare anche l’esito della gara. Il tuo ruolo è perciò delicatissimo e, a maggior ragione, occorre essere preparato e specializzato per rivestirlo.

Viene eseguito quando vi siano rischi di contratture muscolari o problemi ai fasci nervosi, soprattutto di quelle zone più esposte allo sforzo, ma anche a scopo preventivo.

CLICCA QUI PER VEDERE IL CORSO MASSAGGIO SPORTIVO + TAPING

Massaggio decontratturante

La sessione si svolge con una fase iniziale di riscaldamento e poi si procede con pressioni più intensive, per favorire lo scioglimento della contrattura.

In un buon corso di massaggio sportivo deve essere presente il massaggio decontratturante. Un massaggio sportivo correttamente eseguito, favorisce la circolazione del sangue nella zona interessata e l’ossigenazione dei tessuti.

In tal modo puoi aiutare concretamente l’atleta a recuperare in tempi veloci e a prevenire infiammazioni o contratture.

La tua presenza è cruciale, sia a breve termine che a lungo termine.

Il massaggio decontratturante, infatti, consiste proprio nello sciogliere le contratture a cui i muscoli vanno soggetti.

Può sicuramente essere considerata una tecnica terapeutica che ha un grande impiego in particolare quando hai clienti che praticano sport a un certo livello.

Si tratta di un massaggio localizzato, che focalizza la manipolazione nelle aree in cui sono presenti contratture, ovvero contrazioni involontarie afferenti all’apparato muscolo – scheletrico e che spesso sono fonte di dolori di intensità diversa.

L’obiettivo di un massaggio decontratturante è quindi quello di:

  • Sciogliere le tensioni muscolari
  • Favorire il recupero del paziente
  • Ridurre o eliminare il dolore
  • Prevenire infortuni causati da stress psico-fisico

Ovviamente non solo ad atleti e sportivi è indirizzata una sessione di massaggio decontratturante. Molti pazienti vanno in contro a contratture anche semplicemente sollevando carichi eccessivi o sottoponendo un muscolo ad uno sforzo, senza esservi abituato.

Di norma, i massaggi decontratturanti si eseguono nell’area delle spalle e cervicale (collo), sulla zona lombare e sulla schiena, sugli arti inferiori (gambe e polpacci).

Un massaggio ben eseguito, permette di ridurre il dolore già dopo la prima seduta. Al contrario, azzardare un intervento, senza averne le competenze, potrebbe compromettere lo stato di salute del paziente e peggiorarlo.

Le tecniche più comuni di esecuzione di un massaggio decontratturante sono le seguenti:

  • Sfioramento: leggeri movimenti, che aiutano a predisporre il paziente alla seduta e a scaldare la parte interessata.
  • Sfregamento: conosciuto anche come tecnica dell’effleurage, viene eseguito con movimenti circolari e lenti e può essere profondo o superficiale.
  • Vibrazione: si eseguono dei movimenti oscillatori nella zona interessata, attraverso ritmi rapidi e energici.
  • Pressione: molto efficace nel favorire la vascolarizzazione
  • Pizzicamento: definita anche pétrissage, si svolge pizzicando i tessuti molli, sollevando i fasci muscolari, con movimenti di torsione o trasversali. Molto efficace per ridurre il dolore.
  • Percussione: si esegue utilizzando il palmo della mano, che si muove con percussioni veloci e leggere. Tale tecnica dà energia e potenzia la vascolarizzazione, favorendo l’ossigenazione dei tessuti.

Massaggio drenante su traumi

In un corso di massaggio sportivo di qualità non può mancare il massaggio drenante su traumi.

Tale tipologia di massaggio si indirizza principalmente al sistema linfatico del paziente, con il fine di eliminare i liquidi in eccesso e veicolandoli, attraverso il sistema dei vasi linfatici.

Il massaggio linfodrenante è particolarmente indicato nei pazienti che presentano edemi linfostatici o da trauma, o quando abbiano problemi alle fibre muscolari e squilibri vegetativi.

Tuttavia, può anche essere eseguito come prevenzione o in presenza di stati di stress del paziente, oppure quando il paziente stesso abbia zone in cui è presente cellulite o un indebolimento delle difese immunitarie.

Il sistema linfatico svolge un ruolo fondamentale per l’organismo, in quanto è formato da vasi linfatici, capillari e organi che hanno il compito di favorire e assicurare la circolazione dei fluidi. La linfa contiene acqua, proteine, sali minerali, grassi, residui di scarto del metabolismo cellulare, e globuli bianchi derivanti dal midollo osseo. Questi ultimi in particolare, influenzano molto lo stato del sistema immunitario.

Il massaggio linfodrenante fu messo a punto dal biologo Emil Vodder, il quale creò un sistema di tecniche manuali che risultarono molto efficaci, per il corretto funzionamento del sistema linfatico.

I benefici di un massaggio linfodrenante sono diversi e fra i principali si possono indicare i seguenti:

  • Recupero del benessere, grazie alla stimolazione del sistema nervoso parasimpatico
  • Recupero di uno stato di rilassamento, perché tale massaggio è considerato altamente analgesico
  • Recupero di un corretto drenaggio, con conseguente regolarizzazione della concentrazione proteica del tessuto connettivo
  • Effetti tonificanti, in particolar modo sulla muscolatura liscia e a livello vascolare.

Massaggio trasverso profondo

Ovviamente, dovrebbe far parte del programma di un corso sul massaggio sportivo anche il massaggio trasverso profondo.

Questa tecnica manipolativa permette di trattare i tessuti molli traumatizzati per ristabilirne l’elasticità e la mobilità e impedire la formazione di tessuto cicatriziale. Produce anche iperemia locale per diminuire il dolore.

Si riesce ad evitare che nel tessuto leso possa avvenire un’infiammazione che si auto-perpetua.

Il massaggio profondo trasverso deve arrivare al punto del dolore o della lesione cercando di non interessare il tessuto sano vicino e anche per questo è una delle tecniche utilizzate nel massaggio sportivo.

Praticamente il fisioterapista deve posizionare il dito sul punto esatto della zona interessata premendo e frizionando con un movimento perpendicolare alla posizione delle fibre, col risultato di rompere o inibire la formazione di un tessuto fibroso cicatriziale.

Oltre questa frizione trasversale si può usare anche quella circolare prendendo la parte interessata col pollice da un lato e l’indice dall’altro facendo pressione in modo circolare.

Nei vecchi traumi dove già si è formata una cicatrice fibrosa, bisogna intervenire frizionando in maniera energica e prolungata.

Massaggio pre gara

Innanzitutto il massaggio pre gara che sia nel calcio, nella corsa o nel ciclismo, sono tipologie molto specifiche di massaggio, propedeutiche all’inizio di una competizione.

La tua figura di massaggiatore esperto in tale disciplina è fondamentale e contribuisce in maniera importante al successo e alle prestazioni di qualsiasi atleta.

Un massaggio per gara eseguito correttamente, infatti, permette all’atleta di poter sfruttare le sue capacità al massimo, mentre, al contrario, un massaggio sportivo pre gara non esercitato con la dovuta capacità e competenza, rischia di compromettere seriamente la prestazione e l’esito della gara o prestazione dell’atleta.

Offrire a uno sportivo la tua competenza come massaggiatore, come fisioterapista o come massoterapista è importante quanto l’allenamento stesso per l’atleta. Il tuo contributo in tal senso è parte integrante della preparazione alla gara o alla corsa.

Un massaggio riscaldante pre gara o un massaggio decontratturante pre gara che non sia eseguito in maniera corretta e appropriata può pregiudicare un anno di allenamenti intensi. Ecco perché è necessario che, quando decidi di specializzarti come massaggiatore, fisioterapista o massoterapista, lo faccia utilizzando fonti, strumenti e materiali idonei e professionali.

Massaggio post gara

Il massaggio post gara riveste una importanza non secondaria rispetto al massaggio sportivo pre gara. Anche in questo caso, non basta la mera conoscenza delle tecniche di esecuzione, in quanto è decisivo l’uso delle tue mani, la tua capacità di manipolazione e il tuo personale apporto, riguardo alla pressione esercitata e ai ritmi con cui scandisci il massaggio sportivo post gara.

La fase successiva a una gara, a una corsa o a una competizione di qualsiasi disciplina, infatti, è un momento in cui l’atleta, di ogni livello, ha bisogno di recuperare in seguito alla tensione a cui ha sottoposto i suoi muscoli.

Sforzi intensivi durante gare e competizioni, infatti, espongono ogni atleta a sfibranti conseguenze a livello muscolare, articolare e relativo alle fasce nervose.

In particolare, le fasce muscolari richiedono l’intervento di un massaggiatore, di un fisioterapista o di un massoterapista competente che le rimetta in sesto in tempi rapidi.

Corso massaggio sportivo online

Per creare questo corso sul massaggio sportivo abbiamo impiegato veramente tante risorse e tante energia, ma il risultato ci ha ripagato di tutto lo sforzo. Inoltre, un insegnante d’eccezione come Valerio, ci ha permesso di fare di questo corso online una vera e propria guida, semplice ma allo stesso tempo completa e alla portata di tutti.

Che tu sia di Firenze di Torino o di Roma non importa, perché potrai vedere questo corso ovunque sei e potrai anche scaricarlo. Solitamente i costi di un corso di massaggio sportivo di qualità sono alti, ma noi abbiamo scelto di contenere il prezzo mantenendo altissima la qualità. Per cui non aspettare e clicca sulla cover qui sotto per vedere la presentazione.

CLICCA QUI PER VEDERE IL CORSO MASSAGGIO SPORTIVO + TAPING
Share This

Grazie!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social